Questo sito internet fa utilizzo dei "cookies di navigazione" per migliorare l'esperienza di navigazione del cliente ma NON UTILIZZA "cookies di profilazione" degli utenti. La privacy di tutti gli utenti del sito è rispettata secondo le vigenti normative nazionali ed internazionali. Per poter proseguire nella navigazione vi chiediamo comunque il consenso ad accettare la nostra politica della privacy e dei cookies.

Header-electronics-lq
Previous Next Play Pause

LINEE GUIDA PER TROVARE UNA CORRISPONDENZA LITIO / PIOMBO

Per determinare la corrispondenza tra una batteria al litio ed una batteria al piombo occorre valutare un discreto numero di parametri ed analizzare in dettaglio l'applicazione. Non esiste una regola universale od un numero predefinito (ad esempio una batteria al litio equivale ad una al piombo avente capacità doppia...!) poichè gran parte della variabilità dipende dalla potenza dell'applicazione se parliamo di batterie di avviamento e dall'energia richiesta se parliamo di batterie trazione o deep cycle.

Pertanto come linea guida occorre procedere secondo questa logica:

1) tensione batteria nominale [Volt V] della batteria da sostituire

La tensione nominale della batteria al litio e quella al piombo deve essere identica. Nel caso di batterie di avviamento, la batteria al piombo 12V generalmente è costituita da 6 celle in serie - aventi tensione nominale di 2.13 V ciascuna - ed il risultato è una batteria con tensione di 12.78 V. Nel caso di batterie al litio ferro fosfato 12V, esse sono generalmente costituite da 4 celle in serie - aventi tensione nominale di 3.3V ciascuna -  ed il risultato è pertanto una batteria con tensione di 13.2V. I due valori sono totalmente equivalenti, e la limitata differenze si traduce in termini pratici nella intercambiabilità senza problemi nelle moto e nei veicoli dotati di regolatori di tensione di ultima generazione (caratterizzati da un Output a 14 / 14,5V), mentre potrebbe dare qualche problema con motociclette degli anni '60 e '70, poichè in queste ultime è più probabile trovare regolatori di tensione con valori di output a 13,2 - 13,5V.

 Analoga attenzione deve essere riposta nel caso di batterie di trazione, oltre al fatto che in quest'ultimo caso, occorre prevedere un caricabatterie dedicato e preferibilmente dotato di comunicazione CANBus o tramite PWM.

2) capacità nominale [Ampere ora Ah]

La capacità nominale di una batteria al litio è un valore inequivocabile e univocamente definito; tale valore non dipende dalla corrente con cui si scarica la batteria. Nelle batterie al piombo invece, la capacità diminuisce esponenzialmente in funzione dell'intensità della corrente di scarica.

Per la prima volta nel 1897 uno scienziato tedesco scrisse una serie di relazioni che permisero di calcolare la capacitià di una batteria al piombo in funzione dell'intensità della corrente di scarica, della tipologia di batteria (AGM VRLA - Gel - Elettrolita liquido) e dell'età della batteria stessa.

Cp = I^k*t

In pratica la capacità (espressa in Ampere ora) di una batteria è uguale al prodotto tra corrente erogata (espressa in Ampere) elevata secondo l'esponente "K" e moltiplicata per il tempo (espresso in ore o frazioni di ora). Se la costante esponenziale “k” è uguale ad 1 (come nel caso delle batterie Aliant LifePO4), la capacità disponibile dell’accumulatore risulterà essere indipendente dalla corrente di scarica.

Per le batterie al piombo, invece, la costante "k" varia tra i seguenti valori:

  • VRLA / AGM i valori oscillano fra 1.05-1.15.
  • Gel i valori oscillano fra 1.1-1.25.
  • Elettrolita liquido i valori oscillano fra 1.2-1.6.

All'atto pratico, per determinare la reale capacittà erogabile da una batteria al piombo in funzione del carico occorre utilizzare la seguente formula:

It = C(C/I*H)^(k-1)

Calcola la Reale Capacità della tua batteri al piombo in pochi e semplici passi.

Dove:

  • It è la capacità effettiva disponibile in scarica ad una data corrente I
  • C è la capacità rilevata in scarica a C/20 (capacità nominale)
  • H è il tempo di scarica necessario per determinare C (20 ore)
  • I è la corrente effettiva erogata in un dato istante

Molti costruttori di batterie al litio NON dichiarano il valore nominale ma solo il valore della batteria equivalente, rendendo impossibile quantificare poi la reale riserva di carica di un determinato modello di batteria. Le batterie al litio Aliant hanno un valore di capacità nominale univocamente definito ed indicato sull'etichetta delle stesse.

3) corrente di spunto (qualora si tratti di una batteria di avviamento) [Ampere A]

La potenza disponibile nelle celle al litio ferro fosfato è enormemente più elevata di quella disponibile nelle celle al piombo, soprattutto se confrontate a parità di peso. Per identificare una batteria al litio equivalente, occorre consultare il configuratore oppure contattarci tramite il modulo online e chiedere delucidazioni in merito al nostro staff tecnico.

4) tempi di ricarica e corrente di ricarica massima ammessa

Occorre sempre valutare attentamente i tempi minimi di ricarica richiesti per la propria applicazione (quando si parla di batterie di trazione è importante), e anche verificare le correnti di ricarica ammesse dalla batteria, poichè le correnti di alternatore non devono eccedere quanto previsto nella specifica del prodotto.

5) temperature di lavoro

Occorre sempre installare ed utilizzare la batteria in ambienti le cui range di temperature sia almeno pari a quella previste nella specifica del prodotto.

SCELTA

Alla luce di quanto riportato sopra, occorre distinguere in modo importante il criterio di scelta a seconda che si tratti di una applicazione di avviamento oppure di trazione. In generale le batterie litio avviamento moto e auto Aliant hanno una capacità nominale inferiore a quella delle batterie tradizionali piombo oppure AGM che vanno a sostituire. Però la potenza è superiore grazie alla tecnologia Lifepo4 contenuta all'interno delle batterie avviamento moto. Pertanto generalmente la batteria litio avviamento avrà una capacità inferiore a quella piombo che sostituisce.

Per quanto riguarda le batterie di trazione, si consiglia invece di contattare il supporto tecnico per determinare i reali fabbisogni necessari alla propria applicazione e fare un dimensionamento opportuno.