header-moto-lq
Previous Next Play Pause
― Oggi smaltire le batterie al litio è uno dei dilemmi per chi sceglie la soluzione innovativa per le sue esigenze industriali. Con ELSA Solutions, ogni incertezza è definitivamente sciolta

 

I vantaggi delle batterie al litio sono davvero tanti.
A partire dai tempi di ricarica estremamente veloci, con la possibilità di effettuare ricariche anche parziali ripetute che non influenzano la durata, fino alla minima auto-scarica che garantisce maggiore autonomia rispetto ad una batteria equivalente sviluppata con diversa tecnologia.
A fronte di un costo iniziale più elevato, il litio sicuramente garantisce dei plus non trascurabili.

 

Senza dubbio i benefici si traducono in una maggiore efficienza dell’impianto produttivo, a cui è legato un abbattimento dei costi di gestione e manutenzione. Questo accade soprattutto perché si aumenta notevolmente la durata delle batterie impiegate. In alcuni casi è addirittura possibile un aumento di vita utile in termini di cicli di carica pari a 5 volte rispetto alle batterie precedentemente impiegate.

 

Oggi, una delle questioni che interessa di più a chi si avvicina al litio, è quella legata allo smaltimento. Spesso ci si trova se non impauriti, quanto meno spaesati. Niente di meno semplice, in realtà.
La gestione dello smaltimento di una batteria al litio segue infatti un percorso simile a quello di altre famiglie di accumulatori quali ad esempio quelle al piombo.

 

ELSA Solutions, società proprietaria del marchio Aliant Ultralight Battery, iscritta al Registro Pile ed Accumulatori, sostiene i propri clienti nello smaltimento delle batterie dismesse.
Da quando è partita la produzione di batterie al litio, per applicazioni di trazione elettrica e ibrida, l’azienda ha pensato di creare infatti un pacchetto completo per i clienti, senza che nulla fosse lasciato al caso.

 

In quest’ottica infatti, l’iscrizione al registro ed il versamento di una fee per ogni batteria immessa sul mercato al consorzio Ecolight, garantiscono lo smaltimento delle batterie in maniera semplice ed efficace per l’utente finale.
La passione per l’elettronica è di casa per ELSA Solutions, che ha creato il marchio ALIANT e che dalla fine degli anni 70 si occupa di distribuzione e assistenza tecnica di motori elettrici e drive di controllo per automazione industriale.

 

Oggi il marchio Aliant Ultralight Battery nato nel 2009 dalla passione per il motorsport e le gare automobilistiche, ha dato vita a un insieme di progetti estremamente innovativi legati alle batterie d’avviamento moto oggi utilizzate nel mondo delle corse a livello globale.
Il consolidamento dell’esperienza ha concesso al marchio di fare anche il grande salto sulle batterie trazione, con la serie EK che oggi viene montata su tantissimi macchinari industriali in tutto il mondo.

 

“Non potevamo tralasciare un aspetto così importante per i nostri clienti – commenta Federico Peluso, Responsabile commerciale di Aliant -, quello che facciamo ci permette di costruire dei rapporti solidi e duraturi nel tempo e anche per questo abbiamo scelto di evitare ogni sorpresa in fase di smaltimento per chi sceglie le nostre batterie. Nell’ultimo periodo – chiosa Peluso -, abbiamo puntato molto sull’industria degli AGV/LGV e dell’intralogistica in genere, sviluppando delle soluzioni pensate ad hoc per queste applicazioni. Saremo presenti come espositori al LogiMAT di Stoccarda, per approfondire insieme ai visitatori”.